Posted by clara on Apr - 22 - 2018 under Dolci, Fritti, Pasticcini&Biscotti
Ingredients

Zucchero semolato, 250-300 g
Strutto, 100 g
Latte, 1/4
Farina 00, circa 350 g
La buccia grattugiata di 4 arance medie, o 3 grandi
Olio di semi (o strutto) per friggere

 

Italian old recipes: Arancetti (fried orange biscuits).  Si è ormai quasi persa traccia di questi dolcetti della tradizione contadina  Sabina. Una ricetta povera che si diffuse quando i “Portugalli” (le arance) -frutti un tempo rari in quell’angolo di Lazio, tanto da rientrare fra le prelibatezze delle calze della Befana più ricche- divennero alla portata di chi popolava quelle campagne.  Del gustoso frutto in questo caso si usava la buccia; niente uova perché spesso non ce n’erano, e né sale né zucchero nell’impasto. Ma si usava lo strutto, disponibile nelle case dove si era macellato il maiale. E alla fine questi dolcetti non troppo dolci si friggevano, nello strutto, o in quel meraviglioso olio che la Sabina sa regalare.

Ve ne facciamo dono, affinché questa ricetta dal sapore antico non vada perduta…

 

Esecuzione, in 4 step:

-Fase 1: mettiamo in una terrina lo strutto portato a temperatura ambiente. Aggiungiamo il latte e la farina setacciata. Impastiamo strizzando per amalgamare lo strutto, fino ad ottenere un impasto sufficientemente compatto da poter essere trasferito su piano di lavoro infarinato.

-Fase 2: lavoriamo il breve tempo necessario a renderlo liscio. Formiamo la palla, avvolgiamola nella pellicola e lasciamola riposare in fresco per un’oretta. Nel frattempo grattugiamo la buccia delle arance (solo la parte arancione).

-Fase 3: riprendiamo l’impasto e dividiamolo in 3 parti. Con ognuna formiamo prima un cilindro, e poi a mano col mattarello tiriamolo fino ad ottenere una lunga striscia, sottile e larga una decina di centimetri. Su ogni striscia “spalmiamo” un po’ di buccia d’arancio, e spargiamo uniformemente abbondante zucchero semolato. Arrotoliamo  fino a formare di nuovo un cilindro. Ne avremo 3.

-Fase 4: tagliamo ogni cilindro in “fettine” dello spessore delle comuni  fettuccine. Friggiamole in olio profondo di semi fino a doratura.

Tiriamoli su dall’olio, ed ancora caldi tuffiamo gli arancetti nel restante zucchero semolato. Rivoltiamoli per zuccherarli da entrambi i lati, e facciamoli freddare. Gustati in giornata sono fragranti e quasi friabili. Ottimi anche il giorno dopo ma vanno conservati all’aperto, e non chiusi in un contenitore  perché perderebbero friabilità.

Sapor d’arancio… dolci di un tempo…

 

Note: 

-A seconda dei gusti e della stagione, l’arancio può essere sostituito con buccia di limone o di mandarino.

-Se avanzano zucchero e buccia, conservateli in un barattolo, ed usateli per zuccherare un dolce, ma anche una tisana, un caffè o una tazza di cioccolata.

-La quantità di farina è indicativa, più o meno a seconda dell’umidità; comunque considerate il sufficiente per un impasto morbido ma sodo.

 

Massime, citazioni, detti, proverbi, aforismi,  frasi e odi…

“Aranci, alberi che adoro… il vostro profumo mi è dolce…
vi è cosa nel regno di Flora, che possa riuscire più gradita?…
Quei frutti dalla buccia soda, sono un antico tesoro…
e il giardino delle Esperidi, non vide mai altri pomi d’oro…” (Jean de La Fontaine, poeta e favolista francese vissuto nel 1600)

 

Testi e foto (ove non specificato), copyright e proprietà intellettuale di Cuciniamoinsieme.it. Ne sono vietati l’uso e/o la riproduzione anche solo parziale senza previa autorizzazione. 

Cliccare, e poi cliccare ancora sulle foto in basso  per ingrandirle…

Meal: Food type:

Leave a Reply


Ricette Recenti

Bruschetta di mare

Pubblicata il Lug - 15 - 2018

0 Comment

Carote al marsala

Pubblicata il Giu - 30 - 2018

0 Comment

Girandola di alici fritte

Pubblicata il Giu - 29 - 2018

0 Comment

Spezzatino alle verdure estive

Pubblicata il Giu - 3 - 2018

0 Comment

Articoli recenti

Le tecniche. Zucchine spinose...

Pubblicato il Mar - 12 - 2017

0 Comment

Le tecniche. Stinco di...

Pubblicato il Nov - 20 - 2016

0 Comment

Le tecniche: pectina di...

Pubblicato il Set - 18 - 2016

0 Comment

Le tecniche. Salse: “Verde”...

Pubblicato il Mar - 20 - 2016

0 Comment