Ingredients

Alici fresche circa 1 kg
Farina 00 o semola rimacinata di grano duro, qb
Olio di semi di mais o girasole, circa 1/2 bicchiere
Sale solo al momento di gustare

Occorrente:
Padella di medie dimensioni antiaderente
Coperchio di circonferenza minore
Setaccio o contenitore forato
Sacchetto di plastica per alimenti

 

Pinwheel of fried anchovies. Vista sul web e riproposta in stile Cuciniamoinsieme.it. Un metodo di frittura  che rende diversa, pratica  e di grande effetto una ricetta tradizionale: ogni raggio, un pesce, fritto in pochissimo olio. Facile da fare, come una frittata…

 

Esecuzione per circa 4 persone (in 4 step):

-Fase 1: togliamo alle alici testa ed interiora, lasciando la lisca centrale. Eliminiamo anche la pinnetta dorsale. Laviamole e lasciamole scolare.

-Fase 2: mettiamo in un sacchetto per alimenti la farina e via via le alici. Chiudiamo l’imboccatura e scuotiamo il sacchetto per infarinarle uniformemente. Togliamo le alici dal sacchetto e facciamole saltare in un setaccio per eliminare la farina in eccesso.

-Fase 3: sistemiamo le alici a raggiera in una padella antiaderente, con la coda rivolta verso il centro. Versiamo qualche cucchiaio di olio (circa mezzo bicchiere), accendiamo la fiamma e friggiamo senza toccare finché la parte che cuoce non comincerà a dorare.

-Fase 4: poniamo sulle alici un coperchio che giunga a toccare il fondo della padella; tenendo fermo il coperchio incliniamo la padella e versiamo l’olio in un pentolino. A questo punto capovolgiamo completamente la padella e lasciamo che la raggiera di alici si poggi sul coperchio: come se rivoltassimo una frittata.

Rimettiamo la padella sulla fiamma. Lasciamovi scivolare delicatamente la girandola di alici. Versiamo di nuovo l’olio appena tolto e lasciamo dorare anche dall’altro lato.

A cottura ultimata togliamo nuovamente l’olio prima di far scivolare la girandola di alici sul piatto da portata.

Portiamo subito in tavola lasciando che ogni commensale sali da sé la sua parte, staccando poi alice dopo alice. Se la frittura sarà ben eseguita risulterà asciutta e fragrante. 

 

Cosa beviamo: ci intriga un buon Cerasuolo d’Abruzzo Doc servito alla giusta temperatura, che dissente dalle solite note bianche del Falanghina, Vermentino di Sardegna o Grillo di Sicilia

 

Note: 

-Per infarinare usate la semola rimacinata di grano duro, se desiderate una frittura più croccante.

 

Massime, citazioni, detti, proverbi e aforismi…

“L’acciuga vuol nuotare 3 volte: nell’acqua, nell’olio e nel vino…” (Antico proverbio popolare)

Ossia nell’acqua di mare, nell’olio in padella, e nel vino nello stomaco…

 

Testi e foto (ove non specificato), copyright e proprietà intellettuale di Cuciniamoinsieme.it. Ne sono vietati l’uso e/o la riproduzione anche solo parziale senza previa autorizzazione. 

Cliccare, e poi cliccare ancora sulle foto in basso  per ingrandirle…

 

 

Meal: Food type:

Leave a Reply


Ricette Recenti

Bruschetta di mare

Pubblicata il Lug - 15 - 2018

0 Comment

Carote al marsala

Pubblicata il Giu - 30 - 2018

0 Comment

Girandola di alici fritte

Pubblicata il Giu - 29 - 2018

0 Comment

Spezzatino alle verdure estive

Pubblicata il Giu - 3 - 2018

0 Comment

Articoli recenti

Le tecniche. Zucchine spinose...

Pubblicato il Mar - 12 - 2017

0 Comment

Le tecniche. Stinco di...

Pubblicato il Nov - 20 - 2016

0 Comment

Le tecniche: pectina di...

Pubblicato il Set - 18 - 2016

0 Comment

Le tecniche. Salse: “Verde”...

Pubblicato il Mar - 20 - 2016

0 Comment