Ingredients

450 g di seppie fresche pulite e tagliate a julienne
250 g di gamberetti crudi sgusciati
Aceto di vino o di mele bianco
2 o 4 coste di sedano
1 piccolo cespo di insalata cappuccina
1 limone
Pepe nero
Sale, olio e.v.o. quanto basta

 

Italian recipes. Aviator’s menu: light salad of squid and shrimp.   Chi dice che pasto leggero o dietetico è sinonimo di fame e di tristezza? Basta un po’ di fantasia ed anche la pietanza più “piatta” e insipida può trasformarsi in un alimento appetitoso. Come nel caso di questa insalata, leggera, fresca, e soprattutto povera di calorie…

 

Esecuzione in 4 step:

-1 Step:  eliminiamo il ciuffo e le due alette laterali delle seppie, che potremo poi  usare per un sughetto leggero. Prendiamo solo il corpo della seppia. Tagliamolo a julienne regolari.

– 2 Step: laviamo  e scoliamo l’insalata lasciando le foglie intere. Laviamo le coste di sedano eliminando le foglie. Tagliamole a rondelle e lasciamole per almeno un’ora  immerse in aceto in cui avremo sciolto  un po’ di sale fino.

– 3 Step: in un pentolino stretto e alto metteiamo a bollire 3 bicchieri di acqua. Saliamo leggermente e quando bolle tuffiamovi i gamberetti. Togliamoli dopo 2 minuti tenendo l’acqua. A questa aggiungiamo 3 bicchieri di aceto bianco di vino (o di mele). Aggiustiamo di sale e portiamo nuovamente a bollore. Versiamovi le seppie in un sol colpo e lasciamole al massimo per 2-3 minuti, altrimenti induriscono. Scoliamole.

– 4 Step.  Ora possiamo assemblare il piatto: sistemiamo le foglie di insalata come da foto; saliamole leggermente e spruzziamole  con qualche goccia di limone. In una ciotola  riunamo gli altri ingredienti: striscioline di seppie, gamberetti e sedano ben scolato. Aggiustiamo di sale, spruzziamo di limone e pepiamo con pepe macinato fresco a piacere. Mescoliamo e sistemiamo al centro del piatto; in ultimo, una grattugiatina di buccia di limone. Ottima così, ma possiamo  anche condire con un filo di olio crudo, di quello buono e italiano. Una grigliata di verdure e una  macedonia di frutta non zuccherata e non troppo zuccherina (eliminate banane e uva) concluderanno degnamente questo pasto leggero e  dietetico.

 

Cosa beviamo: acqua naturale, se si deve andare in volo, o si è a dieta. Altrimenti un Pinot grigio o un Breganze bianco

 

Note:

– Importante usare esclusivamente seppie fresche (non usate quelle piccole congelate). Ideali sono quelle generalmente chiamate “Bianche”, atlantiche, dalla consistenza particolarmente polposa e tenera.

– Variate a vostro piacere o secondo la vostra dieta, la quantità degli ingredienti, fermo restando il rapporto  quantità acqua-aceto nella fase di scottatura delle seppie  che, curiosità,   specie al sud  vengono mangiate  anche crude dopo averle affettate  sottilmente e messe a macerare in succo di limone.

 

Nasce “Il menù dell’aviatore”, made in Cuciniamoinsieme.it…

Come nasce questa nuova sezione di Cuciniamoinsieme.it? Dalle tante richieste ricevute a gran voce, vista la mia passione per il volo, e l’assidua frequentazione di campi di volo, aeroporti, aviosuperfici o decolli, che mi ha consentito una vasta cerchia di conoscenze (e di amicizie) tra i piloti e gli appassionati sia d’aviazione convenzionale che da diporto o sportiva. Dunque piloti di aerei piuttosto che di elicottero. O di deltaplano, parapendio, mongolfiere o aerei ultraleggeri; a motore o sportivi di volo libero.  Tutti a conoscenza del mio profondo amore per la cucina con annessi e connessi. E  cioè libri e/o collaborazioni, studi approfonditi sulle origini dei piatti, o sull’evolversi antropologico del modo di cibarsi attraverso i millenni, di pari passo con l’evolversi del genere umano, dai primordi, alle ere precedenti o seguenti quelle dell’Antica Roma, del Medio Evo… fino ai giorni nostri, nelle diverse latitudini del mondo. Un discorso lungo da fare in questo contesto.

Da tutti comunque più o meno la stessa richiesta: una serie di ricette leggere, semplici, per consumare un pasto prima di mettersi  ai comandi, di un attrezzo volante  o di un aereo-passeggeri non fa molta differenza. Denominatore comune l’esigenza di non appesantire il fisico prima di alzarsi in volo per una pratica impegnativa come il pilotaggio, sia questo per diletto o per lavoro.

E per i piloti d’aviazione commerciale, la necessità anche di una “dieta” ad hoc che prepari il corpo a rientrare nei parametri richiesti dalla fatidica “tappa” della visita medica per rinnovo-brevetto, che ciclicamente si presenta nella loro vita lavorativa.

E così detto-fatto. Ma intendiamoci, si tratta, e si tratterà  di ricette appetitose ed allettanti benché “light”, e per questo adatte a tutti. A chiunque voglia star leggero pur mangiando con gusto e soddisfazione, del palato e dello stomaco. Non una dieta vera e propria dunque (per la quale è sempre basilare una consulenza medica), ma una serie di ricette da fare facilmente in casa, o nella cucina di un ristorante con la compiacenza di un gentil cuoco. Adatte anche a chi svolge altri tipi di attività che necessitano prontezza mentale e fisica, come ad esempio la professione medico-chirurgica, od occupato in studii impegnativi.

Perché come dico e scrivo sempre, dieta, o pasti light, non devono essere mai sinonimo di sofferenza o di privazione. Basta solo un po’ di fantasia, e un pizzico di quella straordinaria polverina magica che si chiama amore…

Buoni voli e felici atterraggi!

 

Testi e foto (ove non specificato), copyright e proprietà intellettuale di Cuciniamoinsieme.it. Ne sono vietati l’uso e/o la riproduzione anche solo parziale senza previa autorizzazione. 

Cliccare, e poi cliccare ancora sulle foto in basso  per ingrandirle…

 

 

 

Meal: Food type:

One Response so far.

  1. Joey Strahan ha detto:

    I just want to tell you that I am beginner to weblog and seriously enjoyed this blog. Likely I’m going to bookmark your blog . You amazingly have really good stories. Appreciate it for sharing with us your web site.

Leave a Reply


Ricette Recenti

Mediterranea. Agretti appetitosi in...

Pubblicata il Apr - 5 - 2017

0 Comment

Semplice. Pasta con zucchine...

Pubblicata il Apr - 2 - 2017

0 Comment

Frittatona ai topinambur (carciofi...

Pubblicata il Feb - 27 - 2017

0 Comment

“La patatosa”: base con...

Pubblicata il Feb - 25 - 2017

0 Comment

Articoli recenti

Le tecniche. Zucchine spinose...

Pubblicato il Mar - 12 - 2017

0 Comment

Le tecniche. Stinco di...

Pubblicato il Nov - 20 - 2016

0 Comment

Le tecniche: pectina di...

Pubblicato il Set - 18 - 2016

0 Comment

Le tecniche. Salse: “Verde”...

Pubblicato il Mar - 20 - 2016

0 Comment