Posted by clara on Ago - 30 - 2015 under Antipasti&Stuzzichini, Contorni, Verdure
Ingredients

Melanzane di tipo Perlina, o altro tipo
Aceto di vino bianco quanto basta
Acqua qb
Olio extravergine di oliva qb
Prezzemolo fresco tritato a piacere
Aglio fresco a fettina qb
Peperoncino, eventuale
Sale marino o iodato qb

 

Italian recipes: yummy aubergines… Che siano di tipo Perlina, o quelle nere, o viola, o striate, con questo metodo avremo delle melanzane stuzzicanti senza doverle grigliare o friggere. Il risultato è simile a quelle sott’olio, una squisitezza che richiede però un lungo periodo di “maturazione”, e che se non perfettamente eseguita cela sempre il pericolo del botulino.

Certo la conservazione di queste melanzane stuzzicose è limitata, una decina di giorni in un contenitore in frigo, ma non è frase fatta dire che sono così buone che finiranno molto prima… Facciamole insieme…

 

Esecuzione in 4 step:

Fase 1: laviamo e peliamo parzialmente (o completamente a seconda dei gusti) le melanzane Perlina. Tagliamole a metà dopo aver eliminato il picciolo.

Fase 2: in una pentola  versiamo l’acqua e l’aceto di vino bianco; saliamo quando il liquido giunge a bollore. Versiamo le mezze melanzane,  e facciamole bollire per qualche minuto dal momento della ripresa del bollore, mescolando spesso. Anche il grado di cottura dipende dai vostri gusti, ma non lasciatele troppo perché le rendereste troppo molli. Diciamo per un massimo di 4-6 minuti o più a seconda della grandezza

Fase 3: scoliamole e lasciamole freddare. Eliminiamo da ogni metà il grappolino dei semi.  Tamponiamole con della carta assorbente da cucina,  o con un canovaccio pulito che non profumi di detersivo o di ammorbidente.

Fase 4: affettiamo l’aglio necessario; laviamo, sgrondiamo e tritiamo il prezzemolo. In un contenitore a chiusura ermetica mettiamo a strati le melanzane, condendo ogni strato con fettine di aglio secondo gusti, peperoncino se piace, e prezzemolo.

Ricopriamo il tutto con olio extravergine d’oliva smuovendo delicatamente gli strati per farlo penetrare. Chiudiamo e mettiamo in frigo. Sono buone fin dal giorno dopo, e come per quelle conservate sott’olio, ad ogni giorno che passa saranno più saporite…

Sono ottime come antipasto, come contorno o come mangiarino spezzafame accompagnate con del pane cafone.

 

Note:

La quantità degli ingredienti non è specificata, perché tutto dipende dalla quantità di melanzane usate. Anche acqua e aceto possono essere usati in quantità variabili: sufficienti a ricoprirle in fase di bollitura, ma anche più o meno aceto rispetto all’acqua, in base ai vostri gusti. Stessa cosa dicasi per sale, aglio, prezzemolo, olio e peperoncino.

– Se usate altri tipi di melanzana anziché tagliarle a metà, semplicemente riducetele in pezzi di una decina di centimetri, e comunque eliminate quantomeno sommariamente  i semi.

 

L’idea in più…

– Potete sostituire il prezzemolo con dell’origano secco sbriciolato.

A proposito di idee in più, ecco un ottimo ed insolito modo per riciclare le bucce delle melanzane, che un tempo venivano chiamati “Marignani”: mettiamole sott’olio

 

Curiosità: le melanzane Perlina…

Fermo restando che da una nostra ricerca questo tipo di ortaggio non risulta essere il prodotto di una modificazione genetica -pratica che non condividiamo- ma di semplici incroci naturali,  la melanzana di tipo Perlina ha una polpa più compatta rispetto alle consorelle nera, viola o  striata, e per questo essendo meno spugnosa assorbe meno olio.   Si presta dunque meglio a diverse preparazioni e metodi di cottura, compresa la frittura, risultando meno untuosa e quindi più leggera.

Solo da qualche anno è facilmente reperibile in commercio, e praticamente solo  nel periodo estivo. Come tutte le melanzane  va sottoposta a cottura prima di essere consumata, contenendo a crudo la solanina,  alcaloide glicosidico tossico, comune in alcune solanacee.

 

Massime, citazioni, detti, proverbi, aforismi

“E fémene xe come e meansane, ghe voe el baston pa farle vegnere su drite”

“Le donne sono come le melanzane: occorre un bastone per farle crescer dritte”… no comment.

 “E femene crea eà vita, noialtri ghe eà toemo” (Antichi proverbi popolari veneti)

“Le donne ci danno la vita…  e noi gliela togliamo”

 

Cliccare, e poi cliccare ancora sulle foto in basso  per ingrandirle…

Testi e foto (ove non specificato), copyright e proprietà intellettuale di Cuciniamoinsieme.it. Ne sono vietati l’uso e/o la riproduzione anche solo parziale senza previa autorizzazione.

 

Meal: Food type:

Leave a Reply


Ricette Recenti

Vintage: avocado al cucchiaio

Pubblicata il Ago - 6 - 2017

0 Comment

Facile: Polpette al sugo...

Pubblicata il Ago - 5 - 2017

0 Comment

Antica: grattaculi coi fagioli

Pubblicata il Lug - 29 - 2017

0 Comment

Tagliolini soba (Giappone) al...

Pubblicata il Lug - 23 - 2017

0 Comment

Articoli recenti

Le tecniche. Zucchine spinose...

Pubblicato il Mar - 12 - 2017

0 Comment

Le tecniche. Stinco di...

Pubblicato il Nov - 20 - 2016

0 Comment

Le tecniche: pectina di...

Pubblicato il Set - 18 - 2016

0 Comment

Le tecniche. Salse: “Verde”...

Pubblicato il Mar - 20 - 2016

0 Comment