Posted by clara on Nov - 12 - 2017 under Menu' dell'Aviatore, Pasta, Riso, Risotti
Ingredients

Zucca gialla, 500-600 g (400g mondata)
Riso tipo Carnaroli, 400 g
Speck di qualità, 60-80 g
Parmigiano o grana grattugiato 80g per la cottura + a piacere
Brodo vegetale, 1 litro
Latte intero, 1/2 bicchiere
Cipolla, 1 media
Burro, l'equivalente di due noci
Olio extravergine di oliva, qb
Sale qb

 

Italiane recipes. Risotto (rice) with pumpkin and speck.  Tempo di zucche: sposiamole con il riso, in una delle tante declinazioni di questo primo piatto della tradizione italiana. Una ricetta facile “di famiglia”,  che trova il suo equilibrio nella semplice aggiunta di buon speck. Con un “tocco” in più…

 

Esecuzione, per 4 persone (in 4 step):

– Fase 1: sbucciamo la zucca ed eliminiamo filamenti e semi (non buttate questi ultimi, ma leggete le note in basso). Tagliamola a fette e poi a dadolini piccoli. Riduciamo a listarelle corte lo speck. Tritiamo la cipolla. Scaldiamo del buon brodo vegetale leggero mantenendolo a bollore per tutto il tempo di cottura del risotto.

-Fase 2: in una pentola dal fondo spesso versiamo sufficiente olio ed una noce di burro. Aggiungiamo cipolla e  zucca. Saliamo e facciamo appassire.

-Fase 3: aggiungiamo il riso e facciamolo tostare leggermente, quindi cominciamo ad aggiungere un po’ per volta, mestoli di brodo vegetale bollente,  cuocendo a fuoco dolce. Mescoliamo ogni tanto. A circa metà cottura aggiungiamo anche mezzo bicchiere di latte bollente.

-Fase 4: continuiamo a cuocere aggiungendo ancora brodo. Spegniamo la fiamma quando il riso è ancora ben al dente e non troppo asciutto. Aggiungiamo la seconda noce di burro, il grana o parmigiano, e lo speck. Mescoliamo velocemente, incoperchiamo, e lasciamo riposare un paio di minuti.

Impiattiamo sui piatti individuali o in quello da portata;  ancora formaggio se piace. Decoriamo a piacere e serviamo fumante… E’ l’autunno in tavola…

 

Cosa beviamo: Traminer, o Fiano d’Avellino. Per chi ama i rossi, Merlot

 

Note:

-Se il brodo vegetale non dovesse essere sufficiente, proseguite la cottura con dell’acqua bollente.

-Il segreto di ogni buon risotto è non interrompere mai la cottura del riso aggiungendo liquidi freddi o tiepidi. Che sia brodo, latte, acqua, o altro, va sempre aggiunto bollente. Unica concessione la “sfumata” iniziale quando il riso è appena tostato.

-E due “segreti della nonna”: a seconda degli ingredienti, mezzo bicchiere di latte a metà cottura, o una grattatina di buccia di limone a fine cottura, prima di mantecare.

-Non buttate i semi della vostra zucca: se abbondanti e carnosi fatene bruscolini, secondo questa ricetta di Cuciniamoinsieme.it : “Zucche!…Facciamo i bruscolini (semi di zucca salati)”.

 

Curiosità: la zucca…

Con il termine zucca vengono identificati i frutti di diverse piante appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae e ce n’è per tutti i gusti, anche decorative.

E’ comunemente usata nella cucina di diverse culture: oltre alla polpa di zucca, se ne mangiano anche i semi, opportunamente salati; è comunque è un ortaggio che si presta a mille ricette: si consuma cucinata al forno, al vapore, nel risotto o nelle minestre, fritta nella pastella. Particolarmente famosi sono i tortelli alla mantovana, ripieni appunto dell’omonima varietà di zucca. Dai semi si ottiene un olio rossiccio usato in cosmesi e nella cucina tradizionale. Anche della zucca si possono usare i fiori, solamente quelli maschili, quelli cioè con il gambo o peduncolo, che dopo l’impollinazione sono destinati ad appassire: si possono cucinare come quelli delle zucchine.

È tradizione antica italiana quella di scavare nella scorza delle zucche facce grottesche, usanza legata alla notte di Ognissanti in alcune regioni o alla notte del giorno dei morti in altre regioni. Nei Paesi anglosassoni la zucca è utilizzata per la costruzione della Jack-o’-lantern, caratteristica lanterna rudimentale utilizzata durante la festa di Halloween per scacciare gli spiriti maligni che secondo la leggenda vagano sperduti sulla terra, e si dice che se una persona o un animale posseduto da uno di questi spiriti si avvicina alla casa in cui è presente una zucca, quest’ultima si illuminerà di un azzurro intenso, e lo spirito che tenta di entrarvi verrà intrappolato nella fiamma della zucca

Questo ortaggio è stato in Europa dai coloni spagnoli dall’America (in parte tratto da Wikipedia).

 

Massime, citazioni, detti, proverbi, aforismi e frasi…

“Zucc e don brutt ghe nè de per tutt…” (Antico detto popolare milanese)

“Zucche e donne brutte ce ne sono dappertutto…”

 

Testi e foto (ove non specificato), copyright e proprietà intellettuale di Cuciniamoinsieme.it. Ne sono vietati l’uso e/o la riproduzione anche solo parziale senza previa autorizzazione. 

Cliccare, e poi cliccare ancora sulle foto in basso  per ingrandirle…

 

Meal: Food type:

Leave a Reply


Ricette Recenti

Risotto zucca e speck

Pubblicata il Nov - 12 - 2017

0 Comment

Ravanelli sott’aceto al pepe...

Pubblicata il Nov - 1 - 2017

0 Comment

Antica: Pane e olive...

Pubblicata il Ott - 22 - 2017

0 Comment

Raffinata: risotto allo spumante...

Pubblicata il Ott - 15 - 2017

0 Comment

Articoli recenti

Le tecniche. Zucchine spinose...

Pubblicato il Mar - 12 - 2017

0 Comment

Le tecniche. Stinco di...

Pubblicato il Nov - 20 - 2016

0 Comment

Le tecniche: pectina di...

Pubblicato il Set - 18 - 2016

0 Comment

Le tecniche. Salse: “Verde”...

Pubblicato il Mar - 20 - 2016

0 Comment