Posted by clara on Feb - 12 - 2017 under Menu' dell'Aviatore, Pesci, crostacei, molluschi e frutti di mare
Ingredients

Pesce rombo, 1 da circa 1 kg
Patate, 3 grandi o 4 medie
Olio extravergine di oliva quanto basta
Prezzemolo fresco tritato a piacere
Buccia di limone non trattato, solo il giallo
Aglio, 2 spicchi
Vino bianco secco, abbondante 1/2 bicchiere
Sale
Pepe

 

Italian recipes: turbot fish and potatoes. Pochi ingredienti, con semplicità: il modo migliore per gustare le carni delicate di questo pesce di mare.

 

Esecuzione, per 4 persone (in 4 step):

-Fase 1: diamo una mezza cottura alle patate intere mettendone circa una media a persona in acqua fredda, per almeno una decina di minuti dal momento del bollore. Saliamo quando l’acqua bolle. Laviamo il rombo e lasciamolo sgocciolare

-Fase 2: lasciamo intiepidire, peliamo e tagliamo a fette le patate. Disponiamo le fette in una teglia ben oliata di olio evo (extravergine di oliva). Pepiamole a piacere e distribuiamo qua e là qualche pezzetto di aglio che poi toglieremo, e prezzemolo fresco tritato.

-Fase 3: saliamo il pesce fronte e retro. Mettiamolo sul letto di patate con la pelle rivolta verso il basso. Saliamo anche la cavità pulita dalle interiora ed infiliamoci un pezzetto d’aglio, un pezzetto di buccia di limone (solo il giallo) ed un ciuffetto di prezzemolo. Aglio e pezzetti di buccia infiliamoli anche nel taglio centrale della lisca, come da foto. Su tutto qua e là appena appena pepe nero, prezzemolo in abbondanza e giusto una grattatina di buccia di limone.

-Fase 4: inforniamo in forno statico preriscaldato a 180° . Dopo una decina di minuti bagniamo con un bel mezzo bicchiere abbondante di vino bianco asciutto. Reinforniamo bagnando spesso col liquido sia il pesce che le patate. Quando il vino è quasi del tutto evaporato continuiamo la cottura aggiungendo poca acqua bollente, e continuando a bagnare con costanza: né il rombo e né le patate dovranno asciugare troppo. Portiamo a cottura (dalla mezz’ora ai 40 minuti a seconda della pezzatura del pesce, che sarà cotto quando la polpa si staccerà con facilità dalla lisca centrale).

Spiniamo e dilischiamo il nostro pesce, e disponiamo i 4 filetti ciascuno su ogni piatto; accanto le patate, ed irroriamo il tutto col sughetto. Decoriamo con un ciuffetto di prezzemolo e portiamo a tavola: bocconi di bontà!

 

Cosa beviamo: rigorosamente bianco. Vermentino di Sardegna, o Grillo di Sicilia, o Bianco di Torgiano.

 

Note:

-Solitamente del rombo si spella solo la parte superiore. Operazione non semplicissima specie se si tratta di un esemplare chiodato.  Acquistatelo dunque sempre con la pelle e mai già spellato, e fatelo spellare al vostro pescivendolo.

 

Curiosità: rombo, nome comune per tante specie…

Il nome comune di Rombo viene dato nel parlato quotidiano italiano (dialettale e non) ad alcune specie di pesci piatti, appartenenti ad alcune famiglie dell’ordine Pleuronectiformes. Uno dei più comuni sulle nostre tavole è il Rombo chiodato, o Psetta maxima, della famiglia Scophthalmidae, diffuso sulle coste dell’Oceano Atlantico tra l’Islanda e la Norvegia ed il Marocco, nel mar Mediterraneo, nel mar Baltico e nel mar Nero. Vive su fondi sabbiosi, tra 20 e 70 m di profondità.

Come tutti i predatori ha carni bianche e delicate, ottime e molto apprezzate, alla stregua del  Rombo liscio, ugualmente diffuso nei nostri mari, e ugualmente con carni  compatte e saporite, ricche di sali minerali e proteine, e povere di grassi.

-In cucina si presta a mille preparazioni soprattutto al forno, ma se di dimensioni contenute può essere cotto anche in padella, in bianco o al pomodoro, anche in porchetta con patate e rosmarino, o all’isolana con pomodorini e capperi. O in ricette più raffinate spruzzato di spumante. Una sola accortezza: se particolarmente grande (può anche superare infatti  il metro di lunghezza), come sempre in questi casi anche per altri pesci, intaccatene le carni e conditele secondo ricetta, sia per insaporirle che per facilitarne la cottura.

 

Massime, citazioni, detti, proverbi, aforismi e frasi…

“Dla cherna e’ lomb e di pess i’ romb!” (antico proverbio popolare romagnolo)

La saggezza popolare in questo caso detta: il meglio,  “Della carne è il lombo, e dei pesci è il rombo!”

 

Testi e foto (ove non specificato), copyright e proprietà intellettuale di Cuciniamoinsieme.it. Ne sono vietati l’uso e/o la riproduzione anche solo parziale senza previa autorizzazione. 

Cliccare, e poi cliccare ancora sulle foto in basso  per ingrandirle…

 

Meal: Food type:

Leave a Reply


Ricette Recenti

Mediterranea. Agretti appetitosi in...

Pubblicata il Apr - 5 - 2017

0 Comment

Semplice. Pasta con zucchine...

Pubblicata il Apr - 2 - 2017

0 Comment

Frittatona ai topinambur (carciofi...

Pubblicata il Feb - 27 - 2017

0 Comment

“La patatosa”: base con...

Pubblicata il Feb - 25 - 2017

0 Comment

Articoli recenti

Le tecniche. Zucchine spinose...

Pubblicato il Mar - 12 - 2017

0 Comment

Le tecniche. Stinco di...

Pubblicato il Nov - 20 - 2016

0 Comment

Le tecniche: pectina di...

Pubblicato il Set - 18 - 2016

0 Comment

Le tecniche. Salse: “Verde”...

Pubblicato il Mar - 20 - 2016

0 Comment