Posted by clara on Mag - 5 - 2012 under Carne, Maiale, Verdure
Ingredients

4-8 würstel
1 piccola cipolla
1 barattolo grande di crauti (800 g)
Sale e pepe, olio e.v.o. qb

Salse a piacere tra:
Cren, senape, ketchup

Eventualmente una patata a persona


Cuisine: Cooking time: 15 mins Serving: 2 people

 

Mangiamo tedesco? Perché no… Ogni tanto mi piace farlo: sarà la mia vena tedesca che lo reclama… Ormai un po’ dappertutto si trovano ottimi würstel di produzione altoatesina o tedesca, così come si trovano in tutti i supermercati scatole di crauti (un tipo di cavolo cappuccio particolarmente croccante, affettato sottilmente, salato e messo a fermentare in barili di legno).

Io mi sono inbattuta in una confezione di würstel tedeschi giganti leggermente affumicati: non ho saputo resistere alla tentazione e li ho comprati. Ora cuciniamo il tutto.

 

Esecuzione:

cominciamo col cuocere i crauti. Affettiamo sottilmente  una piccola cipolla. Mettiamo in padella olio e.v.o.  e versiamo la cipolla. Facciamola appassire a fuoco dolce. Aggiungiamo i crauti col loro liquido di governo; se serve aggiustiamo di sale, e aggiungiamo pepe nero e un po’ di acqua. I crauti saranno pronti quando la cipolla sarà cotta (all’incirca un quarto d’ora).

Ora veniamo ai würstel. Mettiamo a scaldare dell’acqua sufficiente a ricoprirli: quando bolle spegnamo il fornello e, tolti dalla confezione, immergiamovi i würstel. Incoperchiamo e aspettiamo una decina di minuti.

Nel frattempo prepariamo le salse che li accompagneranno, altrettanti importanti: avremo tirato fuori dal frigo a tempo debito il ketchup (classico o piccante), la salsa al cren,  e la senape (io ne avevo sia di Digione, che quella in grani all’antica, e le ho messe entrambe). Come sulla tavolozza di un pittore disponiamo sul piatto le salse, i würstel, e da un lato i crauti. Quindi: “guten appetit!”.

 

Cosa beviamo: io ho abbinato una buona birra rossa doppio malto.

 

Note:

in Germania accompagnano i würstel con una patata lessa, al posto del pane. Ma siccome non amano le patate acquose, le fanno prima bollire con la buccia. Poi, una volta sbucciate, ancora intere le fanno asciugare mettendole in una pentola vuota posta su un fornello  a fuoco basso, girandole spesso per non farle bruciare, dopodiché le servono bollenti accanto ai crauti.

 

Curiosità: i würstel  ancora oggi, specie in Germania, vengono considerati un cibo da strada. Specie nei centri storici caratteristiche bancarelle o carrettini li vendono assieme a un panino e a salse a scelta.

 

 

 

Meal: Food type:

3 Responses so far.

  1. raoul ha detto:

    gustosissimi!
    si anche a me risulta che nei supermercati soprattutto cosiddetti “low cost” si trovano marche sconosciute di wurstel di tutto rispetto ed anche originali nel gusto, quindi più somiglianti ai wurstel tedeschi o austriaci e meno addomesticati al gusto italiano. in genere sono appunto estremo nord italia.
    wurstel smeckt gut!!

  2. Burton Haynes ha detto:

    I just want to say I am very new to blogging and site-building and definitely savored this page. More than likely I’m going to bookmark your website . You really come with perfect articles. Kudos for revealing your website.

Leave a Reply


Ricette Recenti

Mediterranea. Agretti appetitosi in...

Pubblicata il Apr - 5 - 2017

0 Comment

Semplice. Pasta con zucchine...

Pubblicata il Apr - 2 - 2017

0 Comment

Frittatona ai topinambur (carciofi...

Pubblicata il Feb - 27 - 2017

0 Comment

“La patatosa”: base con...

Pubblicata il Feb - 25 - 2017

0 Comment

Articoli recenti

Le tecniche. Zucchine spinose...

Pubblicato il Mar - 12 - 2017

0 Comment

Le tecniche. Stinco di...

Pubblicato il Nov - 20 - 2016

0 Comment

Le tecniche: pectina di...

Pubblicato il Set - 18 - 2016

0 Comment

Le tecniche. Salse: “Verde”...

Pubblicato il Mar - 20 - 2016

0 Comment