Risotto borlotti e cavolo nero

Oggi cucina Venere, un piatto caldo, gustoso e corroborante nelle giornate fredde

Ecco un piatto ideale nelle giornate autunnali e invernali, dove il gusto e la leggerezza non mancano in un abbinamento completamente vegetale. Una pietanza erede della cultura contadina, semplice e corroborante, che apre la carrellata dei primi della stagione fredda, che idealmente ci accompagneranno fino a primavera...

Tempo di cottura: circa 30 minuti

Porzioni: 4

Ingredienti: Cavolo nero, 4 foglie - Fagioli borlotti crudi o congelati, 350 gr - Riso per risotti, 350 grammi circa - Burro, una bella noce - Parmigiano o grana grattugiato, a piacere - Sale e pepe qb

Fase 1

Iniziamo mettendo a cuocere i fagioli borlotti freschi o congelati in una capiente pentola con abbondante acqua salata (l'acqua ci servirà in seguito per la cottura del riso). A parte prendiamo le foglie di cavolo nero, le laviamo e togliamo la nervatura centrale che eliminiamo perché troppo dura, e il resto invece lo tagliamo a striscioline e lo teniamo da parte. Tritiamo finemente mezza cipolla media


Dopo aver messo a bollire i fagioli, laviamo il cavolo nero. Togliamo ad ogni foglia la nervatura centrale, tagliamo le foglie un po grossolanamente e mettiamole da parte. Tritiamo la cipolla

Fase 2

Mettiamo la cipolla tritata nella pentola in cui faremo cuocere il riso, uniamo una bella noce di burro e accendiamo il fuoco facendola soffriggere dolcemente fino a leggera doratura; uniamo le foglie di cavolo tenute da parte, mescoliamo, saliamo e pepiamo secondo il nostro gusto. Aggiungiamo un po di acqua di cottura dei fagioli, giusto la dose che serve per far cuocere il cavolo nero, circa un bicchiere abbondante


Aggiungiamo circa un bicchiere di acqua di cottura dei fagioli al cavolo nero appassito e alla cipolla imbiondita; saliamo poco perché l'acqua dei fagioli è già salata. Pepiamo e lasciamo cuocere dolcemente

Fase 3

Intanto dosiamo il riso, il burro e il parmigiano e mettiamo da parte. I fagioli nel frattempo saranno cotti e procediamo a toglierli dall'acqua di cottura, conservando sia i fagioli che l'acqua di cottura separatamente. Aggiungiamo il riso nella pentola con cipolla e cavolo nero, mescoliamo e iniziamo la cottura del riso aggiungendo poco alla volta l'acqua di cottura dei fagioli


Aggiungiamo poco a poco l'acqua di cottura dei fagioli fino a quando il riso non sarà cotto, cercando di lasciarlo leggermente morbido

Fase 4

Trascorso il tempo necessario alla cottura del riso aggiungiamo i fagioli tenuti da parte, mescoliamo bene per amalgamarli, e se necessario versiamo ancora un cucchiaio o due di acqua per tenere il risotto all'onda; aggiustiamo di sale e spegniamo il fuoco. Mantechiamo con la noce di burro e il parmigiano grattugiato, incoperchiamo e lasciamo riposare un minuto. Portiamo in tavola fumante

A fuoco spento mantechiamo il risotto con il parmigiano o grana grattugiato e la noce di burro

Versione light

E' possibile sostituire il burro con olio evo

L'idea in più

- Sostituite il cavolo nero con altre verdure simili tipo verza o altra dal gusto deciso

- Potete aggiungere salsiccia spezzettata, o speck per dare una nota affumicata al piatto

Venere

# Galleria fotografica

in una capiente pentola mettiamo a cuocere i fagioli freschi crudi o congelati in abbondante acqua leggermente salata togliamo la nervatura centrale delle foglie perchè troppo dura tritiamo le foglie un po grossolanamente e mettiamole da parte tritiamo mezza cipolla e mettiamola nella pentola dove cuoceremo il riso insieme ad una noce di burro , facendola dorare leggermente aggiungiamo ora le foglie di cavolo tagliato e mescoliamo facendolo appassire aggiungiamo circa un bicchiere di acqua di cottura dei fagioli al cavolo nero in modo da farlo cuocere e ammorbidire , saliamo leggermente perchè l'acqua dei fagioli è salata, pepiamo e lasciamo cuocere dolcemente prepariamo intanto il riso , la noce di burro e il parmigiano che ci serviranno in seguito a cottura dei fagioli separiamo e mettiamo da parte sia l'acqua di cottura che i fagioli aggiungiamo il riso al cavolo nero che nel frattempo si è ammorbidito e mescoliamo bene aggiungiamo poco a poco l'acqua di cottura dei fagioli fino a quando il riso è cotto cercando di lasciarlo leggermente morbido incorporiamo a questo punto i fagioli che abbiamo tenuto da parte , aggiustiamo di sale se necessario, mescoliamo e spegnamo il fuoco A fuoco spento mantechiamo il risotto con il parmigiano o grana grattugiato e la noce di burro il risotto borlotti e cavolo nero è pronto per essere impiattato Gustoso e insolito, questo risotto è erede della cultura contadina: semplice e corroborante, apre idealmente la carrellata dei primi della stagione fredda