Economica: uova al timo con piselli

Thrifty: eggs with thyme aromatic plant and peas

Mia suocera mi raccontava che sua mamma di origini siciliane.,metteva in tavola relativamente spesso questo piatto semplice ed economico che sfamava la famiglia, composta da numerosi figli. Io l'ho per così dire, personalizzato, e ve lo propongo come una veloce ricetta estiva buona anche fredda, e che se accompagnata da una ricca insalata di pomodori e da qualche fetta di buon pane diventa piatto unico. E poi è davvero economica, il che non guasta mai. Ma mi raccomando: che i piselli siano di buona qualità e le uova freschissime. Io l'ho cucinata approfittando dell'offerta di un supermercato, dove ho trovato dei pisellini surgelati di ottima marca a meno di due Euro la confezione da 1 chilo. Se aggiungete 20-25 centesimi di Euro a uovo vedrete bene che cucinare "buono ed economico" non è poi così difficile...

Tempo di preparazione: 30-40 minuti

Porzioni: 4

Ingredienti: 750 g di pisellini surgelati o freschi; 1-2 o più uova a persona; 3 cipollotti freschi; olio evo; sale e pepe quanto basta; 3 rametti di timo fresco

Fase 1

Mettiamo a rassodare le uova. È importante che siano a temperatura ambiente e non fredde di frigorifero, altrimenti il guscio si romperà. Se dovesse accadere, per evitare che l'uovo si disperda nell'acqua, è buona norma aggiungere sempre all'acqua di bollitura 2-3 cucchiai di aceto. Dunque ricapitolando mettiamo nel pentolino le uova, aggiungiamo acqua fredda abbondante, l'aceto e mettiamo sul fuoco. Quando l'acqua giunge a bollore abbassiamo leggermente la fiamma e calcoliamo 10-15 minuti di cottura a seconda dei gusti.

Ricopriamo d'acqua fredda le uova; aggiungiamo un poco di aceto e mettiamole a cuocere

Fase 2

Ora scoliamole. Battiamole sul piano di lavoro in modo da crepare i gusci più o meno uniformemente, e lasciamole immerse in acqua fredda: questo farà sì che potremo sgusciarle con più facilità.

Puliamo ed affettiamo sottilmente i cipollotti

Fase 3

Mentre le uova freddano puliamo ed affettiamo sottilmente i cipollotti, e facciamoli "stufare" in padella con del buon olio dopo averli salati leggermente ed aggiunto un paio di cucchiai di acqua. Aggiungiamo i pisellini ancora surgelati, aggiustiamo di sale, pepiamo con pepe macinato fresco, e saltando o girando spesso, aggiungendo via via poca acqua, in 10-15 minuti portiamoli a cottura a fuoco abbastanza vivace. Spegniamo la fiamma.

...aggiungiamo i piselli surgelati, aggiustiamo di sale e pepiamo; portiamo a cottura con un poco di acqua

Fase 4

Ora sgusciamo le uova e tagliamo ognuna in 4/4 (prima a metà e poi ancora a metà, ottenendo da ogni uovo 4 spicchi). Delicatamente mettiamoli nella padella coi pisellini, aggiungiamo ancora un po' di acqua. Cospargiamo gli spicchi di timo tritato di fresco e facciamo insaporire le uova per una decina di minuti a fuoco vivo senza mescolare ma smuovendo leggermente il contenuto della padella. Evitiamo di far seccare troppo i piselli mantenendoli sempre umidi con l'aggiunta di poca acqua per volta. Facciamo intiepidire o freddare e serviamo con una buona "bollicina", come di seguito consigliato...

Sgusciamo e tagliamo a spicchi le uova, e facciamole insaporire dopo aver aggiunto il timo

Note

Io ho usato il timo perché ho una particolare predilezione per questa erba aromatica. Ma potete ugualmente usare della maggiorana, o dell'erba cipollina o dell'erba pepe, sempre fresche e non seccate, tritate fini con la mezzaluna o con una lama di ceramica.

Curiosità

In tutto il mondo ogni anno consumiamo qualcosa come mille miliardi di uova. Normalmente consumiamo uova di gallina, ma sono ottime per la pasta fatta in casa anche quelle di papera, dal guscio bianchissimo, o quelle azzurro-verdognole della gallina faraona. Per antipasti o stuzzichini quelle di quaglia, dal guscio di colore variegato. Per le megafrittate si possono usare quelle di struzzo, giganti: per aprirle occorre segare lo spesso guscio, e pare che uno di questi contenga l’equivalente di 14-20 uova di gallina, e rispetto a queste presenta una sovrabbondanza di albume rispetto al tuorlo.

Poi ci sono anche le uova di tacchina, e tornando al colore del guscio, le stesse uova di gallina hanno tonalità diverse che vanno dal bianco candido al marroncino, al chiazzato, a seconda della razza che le produce. Anche il colore del tuorlo varia di colore: più o meno intenso a seconda degli alimenti con cui l’animale è allevato.

Cosa beviamo

Vino Prosecco servito freddo

Massime, citazioni, detti, proverbi e aforismi

"Non contare i tuoi polli prima che siano usciti dall'uovo...". (Esopo, VI secolo avanti Cristo)

Le parole di questo noto favolista greco ci insegnano a non dare nulla per scontato: il futuro potrebbe riservarci delle sorprese...

# Galleria fotografica

Puliamo ed affettiamo sottilmente i cipollotti Facciamoli stufare con un goccio di acqua... ...aggiungiamo i piselli surgelati, aggiustiamo di sale e pepiamo; portiamo a cottura con un poco di acqua Ricopriamo d'acqua fredda le uova; aggiungiamo un poco di aceto e mettiamole a cuocere Una volta sciacquato, il timo va sfogliato dai rametti... ...e quindi tritato finemente Sgusciamo e tagliamo a spicchi le uova, e facciamole insaporire dopo aver aggiunto il timo Un ottimo secondo con contorno, saporito e poco costoso, ottimo anche freddo

# Ricette affini