Antica: i Cucchiteddi (1)

Old italian recipe: the Cucchiteddi

Per meglio illustrare fotograficamente i passaggi di questa antichissima ricetta siciliana, l'ho divisa in due parti: la prima dedicata all'impasto, molto semplice dal momento che l'unica concessione alla modernità che ci siamo permessi è stato l'utilizzo della farina di mandorle già pronta. La seconda parte invece è dedicata alla manipolazione dell'impasto per la realizzazione di questi dolci a forma di mandorla, le cui dimensioni non sono prefissate. Pare che l'origine delle o dei cucchiteddi sia araba. Ma furono le monache di un convento di clausura di Sciacca a preservarne e a tramandarne la ricetta, finché questa non si diffuse al fuori delle mura del convento. Allora si usava un tipo di farina ormai praticamente scomparso (ma si ha notizia di una timida ripresa della produzione a livello locale, ancora di nicchia), la farina di majorca, che oggi sostituiamo con una "00" di buona qualità.

Porzioni: 15-30

Ingredienti: 500 g di farina di mandorle; 400 g di zucchero a velo non vanigliato; 80 g di farina 00 di grano finissima; uova grandi: 4 albumi, o 1 intero e 2 albumi

Prima parte

Versiamo in una ciotola capiente la farina di mandorle. Aggiungiamo lo zucchero a velo setacciato, la farina 00 ugualmente setacciata, e dopo aver fatto la fontana le chiare delle uova di pezzatura grande. Cominciamo ad impastare con una mano, strizzando la farina che assumerà l'aspetto dell'impasto di una torta sbrisolona. Continuiamo a mescolare strizzando per mescolare gli ingredienti, e poi compattiamo l'impasto. Mettiamolo sulla tavola di lavoro in legno, e lavoriamolo ancora solo per qualche minuto. Avvolgiamolo di pellicola trasparente, e mettiamolo a risposare per 24 ore. Se l'aria è fresca come in questo periodo teniamolo fuori dal frigo in un ambiente freddo e senza correnti d'aria.

Facciamo la palla, rivestiamola di pellicola per alimenti e facciamo riposare per 24 ore

# Galleria fotografica

Versiamo in una capace ciotola la farina di mandorle Setacciamo lo zucchero a velo ...e aggiungiamolo alla farina di mandorle Versiamo le chiare e cominciamo ad impastare Strizziamo con le mani l'impasto per amalgamare gli ingredienti Compattiamo l'impasto e lavoriamolo ancora un po'... Facciamo la palla, rivestiamola di pellicola per alimenti e facciamo riposare per 24 ore Strizziamo con le mani l'impasto per amalgamare gli ingredienti Un anticipo di come saranno i nostri cucchiteddi