Posted by clara on Feb - 25 - 2017 under Antipasti&Stuzzichini
Ingredients

Patate grandi a pasta gialla 2
Farina 00, 400 g
Lievito istantaneo tipo Pizzaiolo, 1 busta
Sale fino, 15 gr
Zucchero, 1 bel pizzico
Acqua tiepida più o meno 300 cc o ml
Olio extavergine d'oliva 4 cucchiai, + per stendere e irrorare la pizza
Rosmarino preferibilmente fresco, a piacere

Cuisine: Cooking time: 25-30 mins Serving: 00 people

 

Italian recipes. Base with potatoes for pizzafocaccias.  Circola da tempo nella mia famiglia nelle diverse varianti: con salsiccia, con funghi porcini e prezzemolo, con fiocchi di gorgonzola o di stracchino, con listarelle di prosciutto cotto o di speck,  piuttosto che con mozzarella di bufala, o con salmone, o tonno, prezzemolo e cipolla, o con wurstel. Insomma, una base da cui partire con tanta fantasia. Costante comune: le patate, e l’impasto appiccicoso da fare lì per lì, in un attimo.

La soluzione dell’ultimo minuto per il più classico dei fast-food. Nella grande tradizione di casa nostra, però…

 

Esecuzione (in 4 step):

-Fase 1: immergiamo le patate con la buccia in acqua fredda e facciamole bollire fino a cottura. Saliamo l’acqua quando bolle. Teniamole in caldo.

-Fase 2: in una ciotola capiente versiamo la farina setacciandola con il lievito. Formiamo due buchette opposte fra loro; in una mettiamo lo zucchero e nell’altra il sale.  Al centro versiamo l’olio, ed aggiungendola poco a poco cominciamo ad incorporare l’acqua mescolando con una forchetta o con la mano. Non preoccupatevi se l’impasto sarà particolarmente appiccicoso.

-Fase 3: foderiamo una teglia rettangolare con carta forno. Mettiamoci l’impasto e con la mano ben oliata allarghiamolo per stenderlo in maniera uniforme.

-Fase 4: peliamo velocemente le patate calde, tagliamole a pezzettoni e mettiamole nello schiacciapatate. Spostiamoci sopra la teglia e premendo l’attrezzo distribuiamo in modo uniforme i fiocchi di patate che ne fuoriescono. Condiamo con abbondante rosmarino fresco e con un bel giro di olio.

Inforniamo in forno statico preriscaldato a 180°  per circa 30 minuti. Più o meno poiché il risultato varia da forno a forno, e dallo spessore che darete alla vostra Patatosa; controllate dunque la cottura gli ultimi 5 minuti.

 

Ottima tagliata a quadrotti anche tra gli antipasti, o come stuzzichino. Uno “svuotafrigo” da variare con tanta fantasia. Per chi ha poco tempo, per una cena diversa o per ospiti improvvisi:  pronta in 1 ora!

 

Cosa beviamo: birra naturalmente. Ma come accade per i vini sceglietela a seconda del tipo di condimento che metterete sulla vostra Patatosa.

 

Note:

-Ovviamente eliminate il rosmarino se condite la Patatosa in altro modo

 

Saperi in cucina… 15 grammi di sale uguale a…?

E’ bene sapere che 15 g di sale fino equivalgono a 3 cucchiaini. Ma quali cucchiaini? La rete è piena di blog che “danno i numeri”, non sapendo forse che esistono diverse dimensioni di questa utilissima posata da tavola. Facciamo un po’ di chiarezza?

Accantonando solo per il momento il cucchiaio che merita un argomento a sé, ed anche il cucchiaino storto, che altro non è se non quello che si usa per nutrire i neonati, esistono i cucchiaini da caffè, da tè, da gelato o paletta, e da zucchero, da dessert o da dolce, oltre a quello da bar o da bibita che dubito ognuno di noi possegga in casa. Vediamo la differenza…

Cucchiaino da caffè: si riconosce perché è il più piccolo della nidiata. Si usa infatti abbinato ad una tazzina dal diametro inferiore rispetto a quella da tè; il suo uso potrebbe essere indicato anche per le uova alla coque.

Cucchiaino da tè: è un cucchiaino classico, di media grandezza. Si usa per tè, tisane, per i mug, per gustare yogurt, cappuccino, o per altre bevande calde a base di latte servite in tazza da tè, o in tazze da prima colazione.

Cucchiaio da dessert, o da dolce: è più piccolo di un cucchiaio da tavola, ma più grande di quello da tè. Si usa per i dolci al cucchiaio come bavaresi, mousse o budini, per le macedonie, ma può essere utile anche per alcuni antipasti.

Cucchiaino da gelato, o paletta. Facilissimo da riconoscere.  La concavità sparisce  così come la rotondità, e diventa piatto e leggermente squadrato. Si usa per gustare gelati e sorbetti.

Cucchiaino da bar, o da bibita: è solitamente usato nella preparazione dei cocktail. Ha un manico molto lungo e sottile, a volte ritorto su se stesso  per meglio mescolare gli ingredienti. Oltre che nei long drink può essere usato  anche per i frappè di frutta, frullati e granite.

Cucchiaino da zucchero: anche questo particolare ed inconfondibile,  con la concavità a forma di  conchiglia. Di dimensioni intermedie, si usa solo per prendere lo zucchero dalla zuccheriera. Non le zollette, per le quali esiste una pinza apposita.

Ora, capite bene: come si fa a scrivere che un tot di grammi equivale ad un cucchiaino? Le dimensioni sono diverse e spesso la riuscita o no di una ricetta si gioca sul filo dei grammi, specialmente se parliamo di dolci dove il peso non va calcolato a naso…

Curiosità a parte, sappiate dunque che 15 grammi di sale fino, o di zucchero, corrispondono a 3 cucchiaini da tè. Rasi, e non colmi…

 

Massime, citazioni, detti, proverbi, aforismi e frasi…

“Complicare una ricetta è il modo migliore per mascherare la mancanza di talento di un cuoco…”  (Michel Bras, cuoco francese)

 

Testi e foto (ove non specificato), copyright e proprietà intellettuale di Cuciniamoinsieme.it. Ne sono vietati l’uso e/o la riproduzione anche solo parziale senza previa autorizzazione. 

Cliccare, e poi cliccare ancora sulle foto in basso  per ingrandirle…

 

 

Meal: Food type:

Leave a Reply


Ricette Recenti

Facile: arrosto al latte...

Pubblicata il Dic - 10 - 2017

0 Comment

La Torta d’arancia

Pubblicata il Dic - 3 - 2017

0 Comment

Dolci al cucchiaio: coppe...

Pubblicata il Nov - 25 - 2017

0 Comment

Risotto zucca e speck

Pubblicata il Nov - 12 - 2017

0 Comment

Articoli recenti

Le tecniche. Zucchine spinose...

Pubblicato il Mar - 12 - 2017

0 Comment

Le tecniche. Stinco di...

Pubblicato il Nov - 20 - 2016

0 Comment

Le tecniche: pectina di...

Pubblicato il Set - 18 - 2016

0 Comment

Le tecniche. Salse: “Verde”...

Pubblicato il Mar - 20 - 2016

0 Comment