Posted by clara on Giu - 2 - 2013 under Antipasti&Stuzzichini, Carne, Vitello
Ingredients

Carne magra macinata di vitello 450 g
Parmigiano o grana grattugiato 3 cucchiai
Uovo intero 1
Aglio 1 spicchio diviso in 4
Pangrattato 5-6 cucchiaini da tè
Latte a temperatura ambiente qb
Spezie Kebab almeno 4 cucchiaini da tè
Sale quanto basta
Olio extravergine di oliva (evo) qb


Eventuale: Insalatina verde o mista

Oppure:
Insalata verde + pomodori + cipolla fresca
Vasetti di yogurt non denso 1-2

Occorrente evenetuale:
Stecchi in legno da spiedini

Cuisine: Cooking time: 20-30 mins Serving: 4 people

 

Spicy: meatballs Kebab.  L’Oriente sposa l’Occidente in queste insolite polpettine di vitella, speziate con gli aromi del Kebab. Le possiamo servire in qualsiasi stagione. Ma si va verso l’estate: con un’insalatina diventano un fresco secondo anche freddo. E se le infiliamo nello stecco diventano un simpatico appetizer per antipasti, stuzzichini, o un pratico secondo per pranzi o cene in piedi, picnic, feste per bambini e per tante altre occasioni.

L’idea ci è venuta quando ci hanno chiesto un consiglio per una festa di compleanno per “giovani famelici”: qualcosa da preparare in anticipo e che la “truppa”, una volta toltisi di mezzo i genitori, avrebbe potuto eventualmente scaldare al microonde. Ecco qua: inconsuete, veloci, appetitose e a prova di “sano appetito”!

 

Esecuzione in 4 step (4 persone):

– Fase 1: mettiamo prima di tutto il pangrattato ad ammollare nel latte (ne occorrerà meno di un bicchiere). Dovremo ottenere una pappetta né troppo asciutta né troppo lenta, aggiungendo il latte a poco a poco a partire da mezzo bicchiere, finché ne assorbirà. Occorrerà una mezz’ora. Aggiungiamolo alla carne macinata che avremo messo in una ciotola.

– Fase 2: uniamo anche l’uovo intero, l’aglio tagliato in 4 parti, il parmigiano o grana, le spezie, e saliamo secondo gusti. Con le mani inumidite amalgamiamo bene bene tutti gli ingredienti. Possiamo anche assaggiare l’impasto e all’occorrenza aggiungere altro sale o altre spezie. Togliamo l’aglio che nel frattempo avrà rilsciato il suo profumo.

– Fase 3: con le mani bagnate ma non grondanti acqua, formiamo le polpettine (sfere delle dimensioni di una noce piccola). Con queste quantità ne otterremo 52-53.

– Fase 4: versiamo l’olio in una capace padella, facciamolo scaldare leggermente e cuociamovi  a fuoco dolce le polpettine. Non tocchiamole, ma per girarle, se non le lasciamo attaccare, sarà sufficiente smuovere la padella. In questo modo non rovineremo la loro sfericità e le cucineremo uniformemente. Durante la cottura aggiungiamo via via un poco di acqua calda. Poi possiamo decidere se rosolarle più o meno. In una ventina di minuti le nostre polpettine saranno pronte.

Serviamole calde, magari su un letto di insalata verde…

 

L’idea in più:

una volta intiepidite o freddate (dunque anche il giorno dopo), infiliamo 5-6 polpettine per volta in degli stecchi in legno da spiedino.

Saliamo leggermente un’insalata di lattuga, pomodori e anelli di cipolla rossa o fresca.

Emulsioniamo leggermente dello yogurt a temperatura ambiente,  di tipo non compatto, con un poco di olio evo. Un pizzico di pepe se piace. Poggiamo un paio di spiedini di polpettine Kebab su ogni piatto di insalata, e versiamo su la salsa allo yogurt a piacere.

Volendo possiamo eliminare la cipolla dall’insalata, e aggioungere allo yogurt dell’erba cipollina tagliata a pezzettini o tritata.

 

Un’idea nell’idea…

Se serviremo i nostri spiedini inr una cena in piedi, approntiamo dei bicchierini di plastica (o dei pirottini per cupcakes in stagnola) riempiti per circa 3/4 di salsa allo yogurt, in modo che gli ospiti possano intingervi le polpettine prima di portarle alla bocca.

 

In ogni caso serviamole accompagnandole  con stracci di pane tipo Yufka o pane arabo (da non confondersi con i nostri panini di pane arabo), che troviamo in vendita nei negozi di alimentari etnici ormai così diffusi ovunque. Ma che possiamo anche sostituire con le ben più nostrane piadine.

 

Cosa beviamo: un rosso che troviamo si abbini benissimo ai sapori speziati mediterranei, ma anche indiani e messicani, senza temere l’azzardo, è uno Syrah italiano.

 

Note:

noi non abbiamo usato vino in fase di cottura. Nulla vieta di aggiungere mezzo bicchiere di bianco prima di proseguire, continuanndo via via con poca acqua dopo che questo è sfumato.

Provate queste polpettine con carne di agnello per un sapore più intenso…

 

Io costo meno…

la carne di vitella si sà costicchia… Ma spesso in offerta si trovano degli ottimi bocconcini o spezzatino che potremmo utilizzare, sgrassandoli ove necessario e tritandoli da noi. Così facendo otterremo un doppio beneficio…

Fermo restando che dovremmo comunque avere in casa un tritacarne (elettrico o a manovella, se ne trovano per tutte le tasche). La carne dovrebbe essere consumata subito dopo tritata in quanto deteriora con estrema facilità (bando quindi al macinato già pronto in macellerie o supermercati, tra l’altro sempre troppo grasso). Inoltre tritandola da noi sappiamo cosa c’è dentro…

Quindi compriamo in offerta parti anche meno nobili di carne secondo i nostri gusti e il nostro portafoglio, e solo prima di cucinarla tritiamola di fresco da noi: occhio alla salute e al risparmio…

 

Spezie Kebab:

si trovano in una miscela già pronta nei supermercato più forniti, nei negozi etnici ed anche su internet. Sono una miscellanea di cardamomo verde, noce moscata, coriandolo, cumino, origano, cannella, chiodi di garofano, ginepro, paprika dolce, aglio e cipolla disidratati, erba limoncina e alloro.

 

Massime, citazioni, detti, proverbi e aforismi…

“Una persona può sembrare sciocca e tuttavia non esserlo. Può darsi che stia solo proteggendo con cura il suo discernimento…” . (Antico proverbio orientale)

 

 

Cliccare, e poi cliccare ancora sulle foto in basso  per ingrandirle…

Testi e foto (ove non specificato), copyright e proprietà intellettuale di Cuciniamoinsieme.it. Ne sono vietati l’uso e/o la riproduzione anche solo parziale senza previa autorizzazione.

 

 

Meal: Food type:

2 Responses so far.

  1. Barbara ha detto:

    Clara sono fantastiche! Bravissima

Leave a Reply


Ricette Recenti

Vintage: avocado al cucchiaio

Pubblicata il Ago - 6 - 2017

0 Comment

Facile: Polpette al sugo...

Pubblicata il Ago - 5 - 2017

0 Comment

Antica: grattaculi coi fagioli

Pubblicata il Lug - 29 - 2017

0 Comment

Tagliolini soba (Giappone) al...

Pubblicata il Lug - 23 - 2017

0 Comment

Articoli recenti

Le tecniche. Zucchine spinose...

Pubblicato il Mar - 12 - 2017

0 Comment

Le tecniche. Stinco di...

Pubblicato il Nov - 20 - 2016

0 Comment

Le tecniche: pectina di...

Pubblicato il Set - 18 - 2016

0 Comment

Le tecniche. Salse: “Verde”...

Pubblicato il Mar - 20 - 2016

0 Comment