Imparare a svuotare le zucchine lasciando intatta la parte esterna può tornarci utile in varie preparazioni di cucina. Non è poi così difficile come sembra, ma ancor più facile diventa se ci aiutiamo con l’attrezzo specifico, o con quello che abbiamo sotto mano…

L’importante è usare delle zucchine dalla forma il più possibile cilindrica e regolare. Ora procuriamoci quanto serve: uno svuotazucchine (se non lo avete fate come noi, che abbiamo usato un levatorsoli facente anche le funzioni di svuotazucchine soprattutto se  forato, come quello in plastica gialla nella foto), e un coltello dalla lama piuttosto stretta e flessibile. In ogni caso, alleghiamo anche la foto del nostro svuotazucchine, se vorrete iniziare pian piano a collezionare strumenti che vi aiutino nel lavoro in cucina.

 

Esecuzione:

laviamo ed asciughiamo le nostre zucchine, che dovranno essere fresche e ben sode. Spuntiamole ai due lati. Ora prendiamo l’attrezzo scelto e mirando la punta al centro di una delle due estremità iniziamo a premere dando allo strumento un movimento rotatorio, impugnando la zucchina con una mano. Spingiamo e ruotiamo fino a raggiungere l’altra estremità.

Un’operazione che deve essere eseguita delicatamente.  E quando con la mano che impugna l’ortaggio sentiremo che lo strumento si avvicina pericolosamente alla superficie esterna della zucchina,  correggiamo il percorso dello svuotazucchine evitando così di romperla.

Qualsiasi attrezzo abbiate usato, se volete svuotare ulteriormente continuate a farlo o con lo svuotazucchine o con il coltellino dalla lama flessibile.

Per aiutarvi, potete tagliare le zucchine in pezzi di circa 10-12 centimetri. Ora le nostre zucchine sono svuotate e pronte per essere riempite come vogliamo. Noi lo abbiamo fatto nella maniera più classica secondo una ricetta diffusissima perlopiù nel centro-Italia, ma chi volesse, ad esempio chi non mangia carne o è vegetariano tra i meno intransigenti, può  dare spazio alla fantasia farcendole magari con un “macinato” fatto con polpa di melanzane appassite al forno  arricchita come in questo caso con formaggio grattugiato, uovo e perché no spezie.

 

 

Note:

per questo tipo di preparazioni noi preferiamo usare le zucchine scure, che meglio si prestano rispetto a quelle romanesche, che solitamente si trovano in commercio in formato più piccolo e tenero, ottime per altro. Inoltre le zucchine scure costano meno, il che non guasta…

Non buttiamo la polpa estratta dalle zucchine: una parte ci servirà per farcirle in diversi modi, e il rimanente può essere usato per arricchire dei minestroni di verdure, per farne vellutate o minestrine vegetali leggere per bimbi e/o anziani…

 

Ove non specificato, testi e foto Copyright Cuciniamoinsieme.it

 

 

Categories: Uncategorized, Verdure

2 Responses so far.

Leave a Reply


Ricette Recenti

Mediterranea. Agretti appetitosi in...

Pubblicata il Apr - 5 - 2017

0 Comment

Semplice. Pasta con zucchine...

Pubblicata il Apr - 2 - 2017

0 Comment

Frittatona ai topinambur (carciofi...

Pubblicata il Feb - 27 - 2017

0 Comment

“La patatosa”: base con...

Pubblicata il Feb - 25 - 2017

0 Comment

Articoli recenti

Le tecniche. Zucchine spinose...

Pubblicato il Mar - 12 - 2017

0 Comment

Le tecniche. Stinco di...

Pubblicato il Nov - 20 - 2016

0 Comment

Le tecniche: pectina di...

Pubblicato il Set - 18 - 2016

0 Comment

Le tecniche. Salse: “Verde”...

Pubblicato il Mar - 20 - 2016

0 Comment